canada goose rabat discount canada goose coats canada goose jackets on sale toronto 1z0-262 1z0-262 canada goose expedition parka preisvergleich canada goose rabat discount canada goose coats canada goose jackets on sale toronto 1z0-262 1z0-262 canada goose expedition parka preisvergleich

The last of us, il primo di noi.

the_last_of_us_ps4_

Articolo scritto da Cyril D.

Ci sono film, che hanno segnato la nostra adolescenza, musiche e gruppi che ci hanno accompagnato durante il nostro lungo percorso di  pubertà.

Ci sono giochi, che ci hanno portato via un sacco di ore, spesso privandoci dei momenti migliori della nostra vita sociale e sopratutto giochi che hanno fatto urlare e imprecare le nostre mamme.

Beh, ormai siamo diventati adulti, adesso, i giochi fanno urlare ed imprecare le nostre mogli o fidanzate. Per i più fortunati invece, alcuni giochi, continuano semplicemente a sottrarli alla loro vita sociale.

Perché diciamolo chiaramente, se c’è un punto preciso nel quale i videogiochi non sono affatto cambiati, è proprio quello di essere terribilmente all’avanguardia e di saper catturare un numero sempre più ampio di persone.

Ci sono alcuni videogiochi che segnano un epoca, grazie a tematiche mature in grado di raccontare una storia incredibilmente cruda ed emozionante.

Questo è proprio il caso di The Last Of Us, gioco dei Naughty Dog, che nel giugno del 2013, fecce gridare al miracolo la stampa professionistica, con un voto medio che sfiorava la perfezione.

Ecco, un anno dopo, TLOU è pronto a tornare, non con un famigerato seguito (forse in produzione, ndr) ma con lo stesso primo capitolo rimasterizzato per una diversa piattaforma. Playstation 4.

Parto da una premessa chiara, la mia opinione sul riciclaggio intenso che si sta facendo per le nuove console, è abbastanza negativa, anzi molto negativa. Tranne per TLOU.

1361209810_1777

Già, il prodotto Naughty Dog è di una tale qualità che sarebbe stato un peccato enorme non poterselo godere su « Next Gen » o « Current gen » fatte voi.

Sembra che in effetti i ND, abbiano ulteriormente arricchito la formula di gioco, con i 1080p, ma sopratutto con i 60fps, oltre a l’aggiunta nel titolo del Dlc « Left behind » dedicato ad Ellie.

Concentriamoci adesso su cosa significhi giocare a The Last Of Us.

TLOU, è un gioco meraviglioso, sia dal punto di vista narrativo che dal punto di vista visuale. Il level design del gioco è a tratti mozzafiato, città intere trasformate in giganti rovine di pietra, li dove sembra non esserci più speranza per l’umanità.

Joel ed Ellie, più che due personaggi, sembrano due attori fatti di carne ed ossa, la loro interpretazione è semplicemente incredibile, se fossero stati reali avrebbero sicuramente vinto entrambi un Oscar.

Il gioco ci porta in un universo dove l’uomo è diventato il predatore di se stesso, dove la sopravivenza è l’unica cosa che conta e ogni metodo è lecito per raggiungerla. Un mondo dove non ci sono più regole e dove i sentimenti, spesso sono in esubero perché da un momento all’altro potrebbe essere la fine.

La storia di Joel ed Ellie, narra una storia d’amore, tra un padre che ha perduto la figlia e una ragazzina che non ha mai avuto veramente una famiglia.

The last of us, è un capolavoro di bilanciamenti emotivi, dove bisogna accettare il proprio destino prima di poterlo affrontare realmente.

2447602-ellie+and+riley

Tecnicamente parlando, almeno per quanto riguarda la Ps3, anche in questo caso, il gioco è riuscitissimo, sfruttando oltre limite l’hardware della console sony. Fu incredibile vedere su una piattaforma a fine percorso e quindi limitata, cosa riuscirono a creare i ragazzi di ND.

I volti ultra dettagliati dei personaggi, le loro movenze e sopratutto le loro espressioni, qualcosa da non crederci. Spettacolo per gli occhi. Se la software house rispetterà i 1080p e i 60fps,  sembra un capolavoro annunciato anche su « Next gen » c’è poco da dire.

TLOU, è l’esperienza video ludica per eccellenza, dal mio punto di vista, l’unica in grado di trasmetterci il valore della vita e delle persone che ne fanno parte. Perché con le sue tematiche adulte e profondamente crude, il gioco ci mette costantemente a confronto con noi stessi.

Parlo di profondità, di sguardi e dialoghi intensi, con momenti che fino ad ora solo il cinema era stato in grado di regalarci. Perché questo gioco è tutto questo, una miscela di emozioni e sentimenti contrastati e combattuti, che si evolvono nel tempo, in una atmosfera unica che ci trasporta per tutta la durata di questo gioco straordinario.

La narrativa, è il grande punto di forza di TLOU, senza esitazioni la migliore mai vista fino ad oggi in un videogioco, che non lascia scampo al buonismo, e che spesso lascia la mente del giocatore percorrere ipotesi su cosa poteva essere o su cosa sarà.

Giocateci ragazzi, giocateci e rigiocateci, per capirlo, ammirarlo, platinarlo, qualsiasi motivo è valido, ma non giocare questa perla video ludica, sarebbe una mancanza grave, per qualsiasi tipo e tipologia di giocatore.

Sembra tra l’altro che l’opera dei ragazzi Californiani se la siano persa in molti, magari tutti quelli che da Microsoft sono passati alla marca nipponica e tanti altri che per qualche oscuro motivo si sono fatti scappare questo « Chef d’oeuvre » .

L’esclusiva Sony infatti sembra l’unica in grado di risollevare un mercato « Current gen » piuttosto piatto, e se il buongiorno si vede dal mattino, allora il prossimo 30 luglio segnerà l’inizio di una nuova era. Si spera soltanto, che questa sia la svolta definitiva.

 

Share and Enjoy: Ces icônes sont des liens vers des sites de partage de signet sociaux où les lecteurs peuvent partager et découvrir de nouveaux liens.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • De.lirio.us
  • YahooBuzz
0 0 0 0 0

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Vous pouvez utiliser ces balises et attributs HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>